E’ ora di fare giardinaggio! Consigli per chi crede di non avere il pollice verde

E’ ora di fare giardinaggio! Consigli per chi crede di non avere il pollice verde
Consigli pratici di giardinaggio, per chi crede di non avere il pollice verde.
Perché ricordate #tuttipossonofaregiardinaggio

Partiamo da qui, non scelgo le piante per semplicità di manutenzione, ma a mio gusto, ovviamente considerando quanto più o meno si adattano a crescere in vaso.

Quindi  la mia prima personale regola  è quella di scegliere ciò che vi piace, sicuramente l’amore per la pianta stessa vi porterà a documentarvi e a trattarla come si deve.

immagine da freepik
immagine da freepik

Secondo accorgimento (non trascurabile) acquistate piante da PROFESSIONISTI del settore, ci sono tantissimi produttori e non che riversano amore, tempo e dedizione nella cura delle piante. Hanno studiato si documentano e per 365 giorni l’anno si dedicano a questo. Acquistando piante da loro piuttosto che al supermercato avrete un valore aggiunto non di poco conto.

Avrete consigli specifici per la pianta acquistata ( sole/ombra/vaso/acqua/concime etc etc…). Saprete TUTTO della pianta che state comprando perchè saranno loro stessi ad averla fatta crescere, magari da qualche talea, vi coccoleranno e vi stilleranno consigli preziosi che aiuteranno a crescere il giardiniere che è in voi.

(Questa scelta commerciale vi farà spendere qualche soldino in più – non tanto – ma verrete ripagati dell’investimento fatto!)

Arriviamo ai consigli  di “giardinaggio” pratici .

Regola 1 non esagerare con l’ACQUA.

Le piante non devono soffrire del ristagno al di sotto dei vasi, può sembrare una cosa scontata. Al contrario non fategli patire la siccità, insomma “in medio stat virtus” dicevano gli antichi.  Ricordate che se tenete le piante in casa durante i mesi invernali  il calore dei termosifoni secca l’aria per cui nebulizzate o comunque non tenetele troppo vicine alle fonti di calore.

vasi pixabay
foto dal web – Vasi , vasetti, vasettini ce n’è per tutti i gusti!

Altro consiglio alla base del giardinaggio più spiccio, imparato con l’esperienza è IL VASO .   Ce ne sono di bellissimi in giro, fatevi dire che tipo di contenitore preferisce la vostra pianta. Alto e stretto? Basso e largo? Quando cambiarlo? Generalmente dopo un paio di anni la maggior parte delle piante comincia ad avere un aspetto sofferente .

Ricordate due cose  quando cambiate il contenitore
: la qualità del TERRICCIO e  una base ben DRENANTE per l’acqua.

Come tutti gli esseri viventi anche le piante necessitano di NUTRIMENTO. Date da mangiare a queste povere piante . Oltre ai fertilizzanti in commercio potrete reperire materiale in casa. (ne ho parlato qui )

NON demordete. Anche voi scoprirete il modo per coltivare angoli verdi che vi doneranno grandi soddisfazioni. Il primo germoglio, i primi fiori e cosa più importante la prima “sopravvivenza”, direi che mantenere viva una pianta per un anno completo in tutte le sua fasi di vita sia già un successone!

Godete del verde e dei piaceri del giardinaggio. Non esiste il “NON HO TEMPO” trovatelo nella vostra giornata e starete meglio, fidatevi! Se ci avviciniamo al verde faremo del bene a noi stessi e anche al mondo dove viviamo.

Concludo con questa bellissima frase di PAOLO COELHO

Gli uomini si dividono in quelli che costruiscono e quelli che piantano. I costruttori concludono il loro lavoro e, presto o tardi, sono colti dalla noia. Quelli che piantano sono soggetti a piogge o tempeste, ma il giardino non cesserà mai di crescere.

 

About verdi e contenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.