Per concimare, usiamo gli scarti della cucina.

Per concimare, usiamo gli scarti della cucina.

Concimare. Per prima cosa entriamo in Cucina.

Oggi vorrei darvi qualche dritta proveniente dai classici consigli delle nonne per l’utilizzo di alcuni scarti casalinghi.
Oltre a comprare fertilizzanti e/o cose varie fermatevi un attimo a leggere questo post e troverete tante risorse green per le vostre piante  direttamente dentro casa. (attenzione questo post non parla di compostaggio, argomento quanto mai tecnico e ad ampio spettro che lascio  ai professionisti)

Possiamo prenderci cura dei nostri spazi verdi siano essi balconi o giardini con quelli che, di solito, sono considerati scarti da cucina.

L’acqua delle verdure, una volta lessate l’acqua sarà ricca di sali minerali ceduti dalle verdure stesse!  INNAFFIATE con questa UNA VOLTA FREDDA!

Dopo aver preparato la frittata attenzione a non buttare  i gusci. Possono essere un valido aiuto per allontanare alcuni parassiti, tra cui bruchi e lumache…tritiamoli e cospargiamoli intorno alle piante. In alternativa mischiamoli con il terreno porteranno tanto nutrimenti tra cui il calcio.

I gusci d'uovo tritati porteranno calcio alle piante. Mischiamoli al terreno.
i gusci d’uovo tritati porteranno calcio alle piante. Mischiamoli al terreno

Vi svelo il segreto di pulcinella, ovvero le BANANE, ecco come e perché utilizzarle nel giardinaggio. Sono ricche di potassio e una risorsa importante per il nutrimento delle piante.
Sono tra gli elementi  alla base di molti concimi.

Potassio per noi e Potassio per il nostro spazio verde
Potassio per noi e Potassio per il nostro spazio verde

Quando rimangono troppo in cucina e anneriscono possiamo mettere la polpa direttamente nel terreno (oppure congelarle per un frappè) invece la buccia la spezzettiamo con il coltello e la mischiamo nei nostri vasi. Un uso alternativo della buccia  è quello di far a macerare per una notte in un litro d’acqua per avere un’innaffiatura “ricca”.

Altro aiutante in giardino è il lievito di birra.   Può correrci in aiuto per delle abbondanti  fioriture, basta diluirlo ( 10 gr in 5 litri d’acqua) e poi versarlo alla base delle piante.

Altra risorsa per concimare ci viene dall’ora del tè o del caffè. I fondi del caffè sono ricchi di azoto e antiossidanti, stimolano la produzione del nuovo fogliame. Possiamo usarlo anche per le piante verdi che sono in casa. Non esagerare, il caffè così come il tè  acidificano il terreno, in eccesso possono danneggiare le piante di contro sono molto indicati  per le piante acidofile, come l’ortensia, la camelia o l’azalea…

Per combattere le lumache, invece, potete usare la cenere del caminetto che creerà delle barriere anche contro le limacce. Sempre per i parassiti è utile un pò di pepe, si mette nello spruzzatore e i bruchi non saranno più un problema.

In modo analogo anche il peperoncino lasciato macerare nell’acqua , sprigiona i suoi principi attivi e combatte i parassiti e fertilizza le foglie.

Come vi ho già raccontato  (qui) anche la camomilla aiuterà il vostro pollice verde

Anche i più pigri non avranno scuse per concimare e aiutare le piantine a crescere e  fiorire. In linea di massima ricordate che tutti i rifiuti di origine vegetale sono utilizzabili come nutrimento e idealmente ridistribuiamo alla terra ciò che gli appartiene.

Se conoscete altri utilizzi o rimedi della nonna condivideteli è sempre bello tramandare consigli e vecchi rimedi.

Per coltivare il tuo pollice verde iscriviti alla newsletter.

About verdi e contenti

Page with Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.