Albero di Natale, Vero o Finto?

Albero di Natale, Vero o Finto?

Albero di Natale vero o finto?

Dopo le domande sulla stella di natale un grande classico tra le domande di Dicembre è:

“ Albero di Natale Vero o Finto?”

Disclaimer: Niente di quello che leggerete qui sotto è una presa di posizione, nè c’è una scelta giusta o una sbagliata si tratta di considerazioni per avere un quadro più completo.

Non c’è scelta giusta, ma diversi punti di vista.

E soprattutto, quando si può, fare una scelta consapevole.

Gli abeti veri che trovate in vendita rigorosamente in vivai dotati di tutti i crismi sono stati coltivati con lo specifico scopo natalizio.

Solitamente ad ogni albero che viene estirpare ci sarà un altro che viene piantato per il futuro.

Se optate per questa scelta nel passaggio dal vivaio a casa magari effettuare un passaggio intermedio di temperatura. Una volta finite le feste sempre più vivai adottano il servizio di recupero.

Parliamo poi di quello artificiale, il cosiddetto albero finto.

Per la gran parte vengono prodotti in oriente e poi trasportati (non devo dirvi quanti km devono fare per arrivare qui).

Alcuni dei materiali con cui vengono realizzati in plastica (controllate se ignifuga) di difficile smaltimento o riciclo.

Sul mercato si stanno affacciando anche nuovi materiali.

Scendendo nel personale vi dico che il mio albero è artificiale comprato ben 12 anni fa e lo abbiamo anche battezzato: CASHY. Mi facevano presente, purtroppo non ho le fonti, che un albero finto dopo 10 anni risulta meno impattante che comprarne uno vero ogni anno.

Di fatto ci sono sempre mille studi, ricerche e confutazioni ma che vinca sempre il buonsenso! 

Gli studi fatti finora ci dicono che gli alberi veri hanno un’impronta ecologica più bassa, e quindi migliore, rispetto a quelli artificiali.

Non sto dicendo di sbarazzarsi di alberi artificiali che abbiamo in casa -molti da anni- produrremo una mole di rifiuti in massa.

Però laddove dovete cambiarlo o siete in dubbio spero di avervi dato uno spunto.

Ora, ciò che conta è lo spirito che accompagna il nostro albero di natale. 

I ricordi che vengono costruiti intorno e ogni addobbo che fa parte di tradizioni familiari.

Dopo tutto il vostro albero è già bello pronto nelle vostre case? Soprattutto è vero o finto?

(vi consiglio di guardare questo video per un centro tavola totalmente naturale)

Prima di chiudere e lasciarvi ai vostri decori vi lascio una dichiarazione della Coldiretti in merito agli alberi veri.

“Gli abeti veri utilizzati come ornamento natalizio – rileva la Coldiretti – derivano per circa il 90% da coltivazioni vivaistiche specializzate mentre il restante 10% (cimali o punte di abete) dalla normale pratica forestale che prevede interventi colturali di “sfolli”, diradamenti o potature indispensabili per lo sviluppo e la sopravvivenza del bosco. In Italia la coltivazione dell’albero di Natale è concentrata prevalentemente in Toscana (province di Arezzo e Pistoia) ed in Veneto. In Italia gli alberi naturali – informa la Coldiretti – sono coltivati soprattutto nelle zone montane e collinari in terreni marginali altrimenti destinati all’abbandono e contribuiscono a migliorare l’assetto idrogeologico delle colline ed a combattere l’erosione e gli incendi.”

About verdi e contenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *