La Plumeria. Storia, origine e consigli per la coltivazione.

La Plumeria. Storia, origine e consigli per la coltivazione.

Plumeria, Pomelia o Frangipane è una delle piante tropicali simbolo principalmente della Sicilia e del sud italia anche se cominciano ad esserci significative collezioni anche in regioni come la Liguria.

 La Plumeria viene dalle Americhe Tropicali . Si è naturalizzata  facilmente in sicilia grazie al suo clima mite. Le plumerie più famose sono all’Orto Botanico di Palermo .

La prima descrizione della Plumeria/Frangipane risale al 1522 ad opera dello spagnolo Francisco de Mendoza prete spagnolo amante del mondo botanico.

 

(fonte http://www.tropicalflowers-and-plants.com )

Il nome Plumeria,  si deve al botanico francese Charles Plumier che venne mandato alla scoperta di nuove piante nelle Antille Francesi verso la fine del ‘600 .

L’autorevolezza di Plumier in merito alla flora dell’America Centrale è stata successivamente riconosciuta anche dallo stesso Linneo che la inserì nello Species Plantarum nel 1754 .

 

Prima di diventare nota come plumeria la pianta era conosciuta come Frangipane .


Questo in onore di un nobile italiano M.Frangipane che le cronache storiche ricordano per aver inventato un profumo che ricordaVA quello della plumeria per nascondere l’odore forte del cuoio usato per i guanti e le scarpe del 16° secolo.

 

Altre leggende floreali  raccontano  che il nome frangipane deriva da un tipo di marzapane che veniva usato nella pasticceria francese  il cui profumo ricordava il quello  soave dei fiori tropicali.

In Europa i primi Esemplari si iniziano a vedere nel 1770 mentre in Italia ( Sicilia) per l’esattezza a Palermo nel 1822.

La Plumeria fa parte della famiglia delle Apocynaceae e le varietà si differenziano principalmente per i colori.

Le specie più diffuse sono la Plumeria Rubra e la Plumeria alba. Come ho già detto la plumeria è una pianta abbastanza resistente l’unico vero nemico che ne determina la morte è il freddo .

Ph. Credits Luca Recchiuti – vivaio le Muse

Per chi gode di un clima temperato anche in inverno e quindi 0 può optare per metterle a dimora nel giardino è importante scegliere una bella posizione soleggiata che magari in estate vada un po’ in ombra. Soprattutto in zone non troppo ventilate data la delicatezza dei rami.

Evitare eccessive dosi di acqua , aspettare che il terreno si asciughi bene prima di una nuova irrigazione.

Per quanto riguarda alcuni consigli sulla coltivazione ho chiesto consiglio a  Luca Recchiuti del Vivaio Le muse ( giovane e valido professionista e produttore specializzato in piante tropicali)

La plumeria, come detto,  è una pianta tropicale. Non tollera temperature al di sotto dei 5° quindi per chi non avesse la fortuna di poterle coltivare in piena  terra in giardino la coltivazione è possibile anche in vaso.

Per le plumerie in vaso ecco le accortezze da seguire. 

Dalla primavera all’autunno, finché il clima lo permette, posizionare il vaso in zona soleggiata. Annaffiare spesso e concimare con un concime granulare bilanciato ricco di microelementi a lenta cessione.  

Quando le temperature cominciano ad abbassarsi (già da metà ottobre). Ricoverare la pianta in zona protetta( in casa portico veranda garage) e cominciare a diminuire le innaffiature fino a ridurle ad una ogni 15/20 giorni giusto per mantenere turgido il fusto.

Per queste piante in inverno è fondamentale rispettare il riposo quindi perderanno le foglie e resteranno solo i fusti, tutto ciò è del tutto normale.

In inverno niente sottovaso mai ristagni idrici sia in estate che in inverno. Quindi preparare per i rinvasi un buon terriccio drenante ricco di inerti ( come pomice lapillo sabbia) .

Per altre domande potete contattare Luca al suo vivaio a Lanuvio – Via del sambuco ,4 – o sulla sua pagina FB (ecco il link)

A tutti voi dico … Seguite i validi consigli di Luca e lasciatevi  ispirare dalla bellezza delle Plumerie .

Ph. Credits Luca Recchiuti – Vivaio le Muse

Se questo post  ti  è piaciuto ed è stato utile condividilo con i tuoi amici GREEN e se vuoi Taggami! ( se vuoi sapere di più su di me)

foto di Luca Recchiuti vivaio le muse

About verdi e contenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.